Riccio chi?

Claudio Riccio è alla sua prima esperienza elettorale, ma da oltre 12 anni è attivo sul territorio e a livello nazionale nell'associazionismo e nei movimenti sociali. Ha militato per molti anni nei movimenti studenteschi e ne è stato a lungo una delle voci più note: coordinatore UdS a Bari nel 2002 con il coordinamento studenti medi antifascisti, è entrato nell’esecutivo nazionale tra il 2004 e il 2005, occupandosi di diritto allo studio, vertenzialità, e rappresentando il sindacato degli studenti presso il Forum delle associazioni studentesche del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca. 

Nel 2005 si iscrive a Scienze Politiche, Relazioni Internazionali, Studi Europei dell'Università degli Studi di Bari e nel 2008 con l'UdU Bari, viene eletto con oltre duemila voti nel Senato Accademico. Fino al 2010 vi ha dato battaglia in difesa dei diritti degli studenti impegnandosi particolarmente nella commissione bilancio ordinaria e straordinaria.

Nel 2009 è stato tra i fondatori e primo portavoce nazionale di Link-Coordinamento Universitario e successivamente della Rete della Conoscenza, il più grande soggetto sociale di rappresentanza studentesco e giovanile del nostro paese. Ha svolto tale ruolo negli anni più intensi del movimento studentesco contro la riforma Gelmini e i tagli all'università pubblica.

Dal 2012 è tra i promotori della campagna Voglio Restare, e dei fondatori del sito d’informazione indipendente ilcorsaro.info e della rivista di analisi e approfondimento “Quaderni Corsari".

Da gennaio 2013 si è aperto una partita IVA e lavora, con le difficoltà del freelance, ma anche molte soddisfazioni, come web & communication designer.